• Välkommen erbjudande till alla
  • Upp till 30% rabatt
Servizio Clienti Servizio Clienti
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00 Teléfono: Chiamate Internazionali:

Efficacia e sicurezza del preservativo crescono se non è usato al contrario

Breve storia del preservativo maschile 

Quando si parla di preservativo maschile, profilattico o condom si intende lo strumento più efficace che può utilizzare l'uomo per ridurre la possibilità di trasmissione di alcune gravi malattie e di sviluppo di una gravidanza. 

Già nella metà del sedicesimo secolo si utilizzava un metodo simile derivato dal budello animale inizialmente solo come dispositivo medico. Fu il medico Condom nel secolo successivo a proporlo come contraccettivo. Nella metà del diciannovesimo secolo si passò al preservativo in gomma e dal 1920 a quello in lattice.

Uno strumento multiuso: a cosa serve il preservativo

Il preservativo è un buon metodo preventivo contro patologie infettive trasmesse sessualmente e un ottimo metodo contraccettivo se utilizzato nella maniera corretta.

In particolare, parlando di malattie che si possono prevenire con l'utilizzo del condom, il papillomavirus e quindi il tumore al collo dell'utero che può provocare è una di esse.

Articolo Correlato: Scopri Levitra 10 mg e 20 mg a un fantastico prezzo online

Altre patologie o virus conosciuti che il preservativo respinge sono la candida, l'epatite B, la sifilide, la gonorrea e il virus dell'HIV responsabile della temuta AIDS.

In quali casi l'efficacia del preservativo diminuisce

Il preservativo è efficace se viene usato nel modo corretto, altrimenti può trasformarsi in un oggetto inutile e quindi causare conseguenze non volute dal punto di vista contraccettivo o medico.

Il solo metodo contraccettivo che garantisce la certezza assoluta di non rimanere incinte e non contrarre malattie sessualmente trasmissibile è l'astinenza.

Sicurezza del preservativo in percentuale: ecco i dati

In teoria il preservativo si avvicina molto al 100% di efficacia con una protezione pari al 97% un po' meno della pillola che ha un successo quasi assoluto. Questo però solo teoricamente, in realtà la percentuale scende a meno dell'85% a causa dell'errato modo e tempo di applicazione del profilattico stesso da parte di alcuni uomini.

Errori più comuni nell'utilizzo del preservativo

Una parte degli utilizzatori del preservativo pensano, sbagliando, che il liquido seminale fuoriesca solo al momento dell'orgasmo maschile quindi non mettono il profilattico subito, ma aspettano gli ultimi attimi precedenti l'eiaculazione.

Così facendo lasciano via libera alle frequenti perdite di sperma che, soprattutto a seguito di un altro rapporto sessuale, anticipano la conclusione del rapporto sessuale e sono sufficienti per la fecondazione.

A volte, per raggiungere un livello di efficacia maggiore, si associa l'utilizzo del preservativi a quello di uno specifico spermicida. In commercio i profilattici chimici già contengono questa sostanza che in alcune donne provoca allergie e irritazioni.

Articolo Correlato: Ordina Cialis originale marca Lilly senza ricetta in farmacia online

Un altro caso in cui il preservativo non ha successo è quello del calcolo sbagliato del periodo di ovulazione.

Alcune donne prendono come riferimento l'ultimo giorno delle mestruazioni invece dell'inizio come si dovrebbe fare, se l'uomo indossa il profilattico solo nei giorni in cui la probabilità di ovulazione è più alta, ma questo periodo è errato allora la probabilità di fallimento è elevata.

Il preservativo può rompersi se lacerato con le unghie, se scaduto o se si espone a temperature elevate.

Per evitare problemi bisognerebbe mettere sempre il preservativo fin dall'inizio dell'atto sessuale e, nei giorni rossi, rinforzare l'efficacia contraccettiva con l'utilizzo di ovuli spermicidi.

Che cosa fare se si mette il preservativo al contrario?

Mettere il preservativo al contrario non è così facile come si pensa o teme. Il profilattico è, infatti, progettato per opporre resistenza e srotolarsi solo parzialmente qualora per errore si tenti di aprirlo e posizionarlo al contrario.

Nel caso in cui, nonostante la difficoltà, si riesca nell'impresa il consiglio è quello di buttarlo e prenderne uno nuovo evitando di toccare troppo quello che è stato messo al contrario che rischierebbe di rovinarsi e rompersi.



Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando a utilizzare questo sito, accetti anche i cookies.

Vai!