• Välkommen erbjudande till alla
  • Upp till 30% rabatt
Servizio Clienti Servizio Clienti
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00 Teléfono: Chiamate Internazionali:

Menopausa: cala il desiderio femminile, ma si riscopre una nuova sessualità

Il difficile e controverso rapporto tra menopausa e sessualità 

La menopausa ha sulla vita sessuale della coppia delle profonde conseguenze sia psicologiche che fisiologiche.

Con l’arrivo di questa fase la produzione di estrogeni nella donna diminuisce, riducendo quindi anche l’elasticità della vagina. In questo caso è molto utile la pratica di alcuni esercizi mirati di ginnastica intima per ridonare la tonicità perduta.

La libido è intaccata dalla minor presenza di testosterone e la vagina è meno lubrificata visto che le sue pareti sono più sottili. La scarsa lubrificazione fa sì che i rapporti sessuali siano più dolorosi e, in parte, meno piacevoli. Circa il 40% delle donne in menopausa prova dolore facendo sesso.

Si può ovviare a questo disagio utilizzando un gel vaginale anche profumato che rende meno secco l’apparato genitale femminile e facilita la penetrazione.

Da ricordare è anche il fatto che con l’età il ph della vagina diventa più basico rendendo più frequenti le infezioni batteriche e i bruciori ad esse connessi.

Il calo del desiderio femminile è dovuto principalmente da cause ormonali

Gli ormoni che regolano il desiderio sessuale nella donna sono quelli femminili, gli estrogeni, ma anche e soprattutto quelli maschili, gli androgeni tra cui il testosterone.

Essi trasformano le immagini erotiche in sensazioni fisiche che attivano le aree maggiormente ricettive cioè seno e apparato genitale.

Articolo Correlato: Lovegra: il Viagra per donne da comprare in farmacia on line senza ricetta

Nella fase della menopausa il 20% delle donne avverte un calo del desiderio dovuto al minor numero di ormoni fautori della libido.

Già a partire dai 40 anni, prima dell’inizio della menopausa, iniziano a ridimensionarsi in numero sia il testosterone che stimola direttamente la libido sia gli estrogeni che aiutano normalmente la produzione di dopamina e serotonina neurotrasmettitori fondamentali per la piena riuscita di un atto sessuale.

Che fare per contrastare il calo del desiderio dopo i 40 anni e in menopausa

Dal punto di vista psicologico, le donne in menopausa sono soggette a sbalzi d’umore, ansia, stati depressivi e paura di non essere più desiderabile e amata dal partner.

Si possono provare varie strade per contrastare gli effetti negativi della menopausa sulla sessualità della coppia.

Pazienza e amore sono di molto aiuto in questa delicata situazione, ma la donna potrebbe aver bisogno anche di nuovi stimoli che vadano oltre la solita routine come ad esempio l’utilizzo di sex toys, lingerie provocante, giochi erotici, la visione di video porno o la lettura di romanzi erotici.

Se si vogliono provare dei rimedi naturali, su consiglio medico, si potrebbe optare per il ginseng o la damiana che sostengono la tonicità di corpo e mente.

Se tutto ciò non dovesse bastare ci si può rivolgere agli esperti del ramo: il sessuologo e il ginecologo. Il primo potrà suggerire altre vie per ricostruire una vita sessuale di coppia che soddisfi entrambi i partner, il secondo, se ritenuto necessario, potrà prescrivere un trattamento ormonale che contrasta i sintomi indesiderati della menopausa.

Il sesso in menopausa: ostacoli e nuove opportunità

La menopausa deve essere accolta come un’opportunità per riscoprire l’intesa di coppia e ravvivare le pratiche sessuali cercando di soddisfare il più possibile i desideri di entrambi i partner.

Se si vuole si può vivere il sesso in menopausa in maniera gioiosa e intrigante, introducendo nuove pratiche nel ménage quotidiano, parlando di più dei sogni e delle volontà che ognuno ha sul piano erotico e cercando di superare gli evidenti disagi fisici con accorgimenti semplici, ma utili.



Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza. Continuando a utilizzare questo sito, accetti anche i cookies.

Vai!